La Blu Basket fa sudare Verona ed esce sconfitta dall’AGSM Forum con l’onore delle armi: 77-70 per i gialloblù. Per la Gruppo Mascio è però già matematico l’accesso ai playoff.

Senza Reati e Lupusor infortunati, per lo starting five Carrea propone per la prima volta in stagione Bogliardi in regia e l’avvio è positivo (0-4). I biancoblù trovano Langston (4/4 nell’8-8 del 4′), alternando da subito difese a zona, miste e individuali. La Gruppo Mascio corre chiudendo azioni in una manciata di secondi con lo stesso Bogliardi e Miaschi. Johnson inizia a fare la voce grossa (10 punti nel quarto) e al 9′ l’altro americano scaligero Anderson firma il +6: 20-14. Sacchetti si mette in gara e prima della sirena Abati Touré impatta: 20-20 (e sono pari anche i rimbalzi: 9-9).

D’Almeida chiude il break di 6-0 dei trevigliesi (20-22), ma i gialloblù si scatenano con tre triple consecutive (Spanghero e due volte Udom) costringendo il coach biancoblù a spendere due time-out nel giro di poco. Anche grazie al controllo dei rimbalzi (+7 nel solo secondo periodo), il vantaggio veneto si dilata sino al 35-23 (15′). Dopo sette errori ospiti dall’arco, Corbett sblocca la Gruppo Mascio, Miaschi risponde a Caroti e anche la seconda frazione si chiude con un parziale recupero biancoblù: 42-38.

Dopo l’intervallo altro riavvicinamento della Blu Basket firmato da Sacchetti (ex Verona) ma l’ex Caroti fa ripartire le trame offensive di Ramagli: Johnson riporta ancora in doppia cifra il margine (52-40). A due azioni da tre punti made in Usa e una schiacciata di Abati Touré, risponde Udom per i veronesi. La terza sirena suona sul 60-52, con Treviglio che, stringendo i denti, è ancora in partita.

Dopo un veloce contropiede di Casarin, la Tezenis cerca nuovamente la fuga (66-55), ma Miaschi e Corbett la pensano diversamente. Langston mette un canestro con libero aggiuntivo, D’Almeida potrebbe imitarlo ma sbaglia dalla lunetta, Verona sente il fiato sul collo e dalla panchina arriva la sospensione (37′: 68-65). Nonostante le rotazioni più ampie, sembrano proprio i padroni di casa ad andare in affanno, ma la lucidità viene meno anche ai soli otto effettivi a disposizione di Carrea: il 5/11 dalla lunetta nell’ultimo periodo è il dato più lampante. È Anderson il match-winner per i veronesi che chiudono la prima gara della seconda fase di stagione regolare con fatica sul 77-70 della sirena finale.

La Gruppo Mascio torna in campo mercoledì: per la seconda giornata della fase a orologio, al PalaFacchetti (inizio ore 20:30) sarà ospite la Tramec Cento.

Tezenis Verona-Gruppo Mascio Treviglio 77-70 (20-20, 22-18; 18-14, 17-18)

Tezenis: Caroti 8, Anderson 18, Rosselli, Johnson 14, Pini 6; Spanghero 3, Grant, Udom, Casarin, Candussi; Nonkovic ne. All. Ramagli.

Gruppo Mascio: Bogliardi 6, Corbett 15, Miaschi 10, Sacchetti 7, Langston 16; Rodriguez, D’Almeida 8, Abati Touré 8; Amboni ne, Guerci ne. All. Carrea.

Arbitri: Gonella di Genova, Boscolo Nale di Chioggia (VE), Giovannetti di Rivoli (TO).

Vedi tabellino