Flydeco è un nuovo platinum sponsor della Blu Basket 1971. L’azienda trevigliese, impegnata allo smaltimento dei rifiuti liquidi industriali, ha stretto un accordo pluriennale con la società biancoblù. Il capitano Brian Sacchetti e Pierpaolo Marini, insieme ad altri collaboratori del team comunicazione, si sono recati presso la ditta, che ha sede nella zona industriale PIP 1 di Treviglio, non molto distante dal PalaFacchetti, per incontrare i titolari e presentare la partnership con l’azienda, che sosterrà fattivamente squadra e società per le prossime tre stagioni.

Il marchio Flydeco appare sulla canotta da gioco che la squadra utilizza durante l’annata sportiva. Sulla sopramaglia è invece presente il nome Gei Consult, società del gruppo dedicata alla gestione del laboratorio di analisi.

«Siamo estremamente orgogliosi – spiega il presidente della Blu Basket 1971, Stefano Mascio – che un’azienda trevigliese abbia deciso di condividere il nostro programma, sposando il progetto di crescita della nostra società che coinvolge tutto il territorio. Flydeco investe sulla Blu Basket 1971, veicolo attraverso il quale valorizzare la propria efficienza a livello industriale».

L’attività di Flydeco, entrato nella Blu Basket 1971 come platinum sponsor, è il trattamento dei reflui industriali secondo le rigorose procedure imposte dalla legge. La piattaforma di Treviglio è autorizzata a stoccaggio, trattamento e smaltimento di rifiuti pericolosi o non pericolosi. L’azienda è in grado di gestire l’intero iter di eliminazione dei rifiuti: dalla logistica di raccolta e trasporto, alle analisi di laboratorio, fino allo smaltimento vero e proprio presso l’impianto di Treviglio.

La filosofia aziendale di Flydeco, volta a un miglioramento strutturale, ma anche a un beneficio ambientale, è dettata da Pamela Cerri, legale rappresentante: «Puntiamo a ridurre i rifiuti in uscita per inquinare meno cercando, grazie a continue analisi di laboratorio accurate e approfondite, nuove soluzioni per abbattere inquinanti in modo più efficace».

Il fondatore, Luigi Cerri, è ampiamente in linea con gli obiettivi della Gruppo Mascio: «Con questa partnership intendiamo sostenere una società sportiva che, come noi, guarda al futuro. Ci aspettiamo che questa squadra si comporti bene e che l’anno venturo magari venga promossa in Serie A».

Guarda il video