Dopo undici campionati disputati con la canotta biancoblù, di cui sei da capitano, le strade della Blu Basket 1971 e di Davide Reati si separano. Cresciuto nelle giovanili tra Cernusco sul Naviglio e Treviglio, l’atleta (classe 1988) esordisce a sedici anni in B1 nel settembre 2004, compiendo la sua maturazione cestistica nel quinquennio 2006/2011, al punto da meritare la chiamata di Varese in Serie A
(2011/2012). Nel 2012/2013 è di nuovo al PalaFacchetti, prima delle esperienze a Verona, Tortona, Forlì, Piacenza e Cento. A febbraio 2019 un nuovo ritorno in terra trevigliese, dove disputa anche i tre successivi campionati. In maglia biancoblù la guardia colleziona 309 presenze (179 vinte-130 perse) segnando 3080 punti (9,9 di media a gara). In Blu Basket-Fortitudo Bologna del 17 gennaio 2010 (101-104 dts) Reati realizza il suo “high” con 39 punti.

«Davide è un giocatore che ha rappresentato al meglio i colori della Blu Basket 1971, sposando il progetto della società in tutte le varie fasi che si sono alternate negli anni. A lui va il ringraziamento per l’apporto che ha fornito, la professionalità e l’impegno profuso, augurandogli che possa continuare la sua carriera nel migliore dei modi», commenta il direttore sportivo Euclide Insogna.
La società ringrazia Davide per la dedizione e la serietà dimostrata, augurandogli il meglio per il proseguo della carriera.