Focus Old Wild West Apu Udine

7 vittorie, 7 sconfitte ed una striscia negativa che dura da 5 turni: questo lo score della Old Wild West Apu Udine che nell’ultimo turno ha subito un nuovo stop interno, rimediato con Mantova. La squadra di Boniciolli ha inserito nel proprio roster Federico Mussini, tesserato per  sostituire l’infortunato Amato. I bianconeri hanno a disposizione una rosa profonda e talentuosa dove spiccano le qualità dell’americano Dominic Johnson. Accanto a lui e Mussini, in quintetto ci sarà l’ex Capo Mobio, con Giuri, Nobile e Schina ad allungare una lunghissima rotazione sugli esterni. Sotto canestro, nel ruolo di quattro agirà Antonutti con l’americano Foulland  da pivot. Italiano e De Angeli sono i cambi del reparto lungo.

QUINTETTO

#4 Federico Mussini, Play/Guardia. A gennaio Udine ha tesserato il cestista nato nel 1996 e cresciuto cestisticamente a Reggio Emilia, dove ha esordito in Serie A a soli 17 anni e ha vinto il primo trofeo della carriera, l’EuroChallenge, nella stagione 2013-2014. Nel 2015 vola negli States alla St. John’s University(62 presenze nell’NCAA). Torna in Italia alla Pall. Reggiana che lo  gira in prestito prima in A2 a Trieste, poi a Pesaro (154 punti realizzati col 47,1%2 e 26,4%2). Nel corso della carriera ha anche vestito la casacca azzurra in 44 occasioni con Under 15, U16, U18 e U20. Con i bianconeri ha giocato finora 4 gare, segnando una media di  14.8 punti in quasi 34’, tirando col 50%2, il 26%3 e servendo 4 assist ai compagni.

#3 DOMINIQUE JOHNSON, guardia: nato a Detroit il 9 giugno 1987 e cresciuto nelle file di Osborn, SW Tennessee CC e Azusa Pacific Cougars. Nel 2010 “DJ” è stato scelto da Idaho Stampede al terzo giro del draft riservato alla NBA Development League (NBDL). In seguito ha vestito le casacche di Texas Legends, Santa Cruz Warriors, Canton Charge e Sioux Falls Skyforce prima di trasferirsi in Europa. Nell’estate del 2013 è approdato in Serie A polacca allo Slask Wroclaw, poi allo Siarka Tarnobrzeg (23 punti a partita, 51.3% da dietro l’arco). La guardia USA (193 centimetri per 88 chilogrammi) ha poi difeso i colori del Maccabi Rishon LeZion in Israele, del Banvit in Turchia (con cui ha disputato l’EuroCup) e dell’Alba Berlin in Germania. Nel dicembre 2016 firma con Varese, in Serie A (19 incontri, 17.6 punti di media, 1.9 assist e 2.9 rimbalzi), per poi passare alla Reyer Venezia e a Pistoia. In Libano all’Al-Riyadi Beirut vince il titolo nazionale e la Lebanese Cup, poi va in Francia all’Orleans Loiret.  La stagione in corso lo vede protagonista, iscrivendo a referto 17.6 punti (39% da due e 41% da tre), 2.5 rimbalzi ad allacciata di scarpe.

#12 JOSEPH YANTCHOUE MOBIO, guardia/ala: Nato a Tivoli nel 1998 da genitori ivoriani, è cresciuto nelle giovanili della Leonessa Brescia, con la quale ha esordito in Serie A2 nella fortunata stagione 2015-2016, conclusasi con la promozione in A. In seguito si è trasferito in prestito alla Stella Azzurra Roma (vestendo le casacche dell’Under 20 e della prima squadra, militante in Serie B), per poi accettare la proposta della Sicoma Val di Ceppo Perugia nell’estate 2017. L’anno successivo è ritornato in Serie A2 con la maglia dell’Orlandina, dove è rimasto per due stagioni. Nell’ultima (interrotta a inizio marzo a causa della pandemia), l’esterno ha disputato 25 gare, realizzando 212 punti, conquistando 99 rimbalzi e confezionando 31 assist. Con Udine ha giocato 12 gare con 4.3 punti/media, 40% da sotto, 2.5 rimbalzi, 1 assist, in poco più di 13 di parquet).

#9 MICHELE ANTONUTTI, ala grande: classe 1986, 205 cm. La carriera di Antonutti comincia, in età giovanile, a Pasian di Prato, prima del passaggio ad Udine, prima alla Cbu, poi alla Snaidero con cui esordisce in prima squadra in serie A e nelle coppe europee. Antonutti rimane per 7 stagioni a Udine (140 gare e 780 punti segnati) per poi passare alla Sutor Montegranaro nel 2009 (312 punti in 68 gare). Nelle Marche disputa tre stagioni, ma la definitiva consacrazione avviene a Reggio Emilia, dove gli viene assegnato il ruolo di capitano e alza al cielo l’EuroChallenge nel 2014, condite con 372 punti. Archiviata la parentesi reggiana, nel 2014, va a Caserta rimanendo in A1 (232 punti in 24 partite). Dalla Campania, si sposta a Pistoia, dove resta 2 stagioni (422 punti in 57 match). Nel 2017, scende in serie A2 firmando per Treviso (555 punti in 44 gare) e la saluta a inizio 2019 trasferendosi a Biella, sempre in A2. Nell’ultima stagione ha fatto ritorno dopo 10 anni a Udine dove, in 24 gare, ha segnato 312 punti. I suoi numeri in stagione: 10.7 punti, con il 46%2 e il 36%3, 4.6 rimbalzi e 0.5 assist a match.

#20 NANA FOULLAND, centro: Nato a Reading (in Pennsylvania, Stati Uniti) nel 1995, 208 cm per 107 kg, Foulland ha messo a segno i primi canestri con la maglia del Bucknell College. Dopo la laurea, ha partecipato alla NBA Summer League di Las Vegas, disputando tre gare con i Minnesota Timberwolves. Nell’estate del 2018 è stato ingaggiato dall’Ironi Nahariya, in Israele. Quattordici le partite disputate, prima di approdare nel marzo del 2019 all’UBT Cluj Napoka, con la quale ha festeggiato il terzo posto finale nel campionato rumeno e la qualificazione alla FIBA Europe Cup. Lo scorso anno ha risposto alla chiamata del Trefl Sopot: in Polonia per lui 12,4 la media di punti a partita e 8,8 i rimbalzi. Le sue medie, finora a Udine: 11.9 punti (60%2), 9.3 rimbalzi.

PANCHINA

#6 ANDREA AMATO, playmaker: regista, milanese classe 1994, 190 cm, scuola Olimpia Milano (7 presenze e 5 punti tra A, Coppa Italia, Eurolega ed Eurocup). A livello senior, esordisce nei semi-professionisti nel 2013-14 alla Junior Casale Monferrato (4 punti di media in 14 minuti di utilizzo), dopo un anno alla Sangiorgiese (35 presenze e 308 punti). Nella stagione successiva, sempre a Casale, segna 8,8 punti con 1,7 assist, 1,9 rimbalzi in 20,4 minuti d’impiego a partita, con il 42,3% nel tiro da tre. Nel giugno 2015 firma il primo contratto professionistico con l’Olimpia Milano. Il 25 febbraio 2016 passa al Pistoia Basket 2000, con cui raggiunge i play-off. Passa poi alla Vanoli Cremona, successivamente firma con la Scaligera Basket Verona (91 gare e 930 punti) . Nel luglio del 2019 viene ingaggiato dall’APU Udine (22 gare, 248 punti col 36% da 3 punti, 48% da 2 punti, 67% ai tiri liberi). Nelle 6 partite disputate prima dell’infortunio, ha segnato una media di 6 punti (36%2 e 28%3), catturato 1.2 rimbalzi e smazzato 2.8 assist ai compagni di squadra.

#5 LODOVICO DEANGELI, guardia/ala: Ala “piccola” di 200 cm, è nato a Trieste il 19 maggio 2000 ed è reduce dall’esperienza nell’Edinol Biella dopo lunghi trascorsi in terra giuliana, cresciuto cestisticamente nella Pallacanestro Trieste 2004 dove è rimasto fino all’estate 2019, prima di essere girato (in prestito) al club piemontese. Nonostante la giovane età, Deangeli ha già tinto di azzurro il suo curriculum, grazie alle numerose convocazioni nelle selezioni Under 18 e Under 20 Nell’ultima stagione ha disputato tredici incontri tra Supercoppa e campionato. Per lui 4.6 punti (33% dalla media e 35%3) e 4 rimbalzi in 14’ di parquet.

#15 JOHN PAUL ONYEKACHI AGBARA, guardia/ala: Nato a Roma nel 2001, ha iniziato la carriera da cestista nella Scuola Basket Roma, con la quale ha completato le giovanili (fino all’Under 18 d’Eccellenza), prima di approdare in Prima squadra (Serie C Silver). Esterno di 202 centimetri dopo aver preso parte ad alcuni allenamenti estivi dell’Amici Pallacanestro Udinese, ha convinto coach Matteo Boniciolli e il suo staff ad ingaggiarlo per la nuova stagione. Per il resto poco più di 2’ di utilizzo a gara.

#18 MATTEO SCHINA, play. Giovane regista nato a Trieste il 16 marzo 2001, è cresciuto cestisticamente all’Azzurra Basket Trieste prima di approdare alla Pallacanestro Trieste 2004. Nella scorsa stagione la società giuliana si è accordata per il doppio tesseramento del giovane playmaker con la Falconstar Monfalcone: in Serie B Schina ha totalizzato 22 presenze in campionato (271 punti realizzati) e 4 in Supercoppa (44) e ora è pronto a mettersi in gioco in Serie A2 con la maglia dell’Apu Old Wild West Udine. Si iscrive a referto in sole due gare, segnando un punto di media.

#22 VITTORIO NOBILE, guardia: giovane classe 95, veste il bianconero dalla stagione della promozione in Serie A2 (2015-16). Quattro campionati a Udine, intervallati da una stagione in prestito a Reggio Calabria (2018-19, 32% da 3, 44% da 2 e 82% ai liberi) per la guardia friulana, che dunque abbraccia il progetto di Boniciolli firmando un triennale. Nell’ultima stagione con la maglia di Udine 36% da 3 punti, 38% da 2 e 73% ai liberi. Per lui 4.8 punti (70% dalla media), 2.2 rimbalzi e 1.3 assist.

#29 FRANCESCO PELLEGRINO, centro: siciliano,classe 1991, 213 cm, inizia a calcare il parquet a Gela.Nel 2008 si trasferisce al Basket Trapani e vi rimane fino al 2010 per raggiungere poi la Virtus Racalmuto (225 punti in 23 gare). Passa nel 2011 all’Orlandina dove, nella seconda stagione, s’infortuna gravemente a un ginocchio (resterà inattivo per due stagioni). Nell’estate 2015 arriva la chiamata della Dinamo Sassari, fresca di conquista dello scudetto. Nonostante lo scarso utilizzo ha la possibilità di giocare in Eurolega. A febbraio 2016 viene girato in prestito al Barcellona Pozzo di Gotto, per poi firmare alla Kleb Ferrara (306 punti in 30 presenze, 25% da 3 punti, 56% da 2 punti e 56% ai liberi). Nel giugno del 2017 si trasferisce in Friuli all’Amici Pall. Udinese. Nell’estate del 2019 viene ingaggiato dalla Reyer Venezia, per far ritorno quest’anno a Udine. Per il resto 5.4 punti (73%2) in quasi 12’ di utilizzo

#33 RICCARDO AZZANO, guardia/ala: giovane classe 2002, cresciuto nelle giovanili friulane. Nell’ultima stagione disputata con l’under 18 di Udine 66 punti totali in 18 gare disputate (3.7 di media).

#21 MARCO GIURI, playmaker: regista brindisino, classe ’88, 194 cm, dopo le prime esperienze con Virtus Siena, Junior Casale e Pallacanestro Vigevano, è stato convocato dal selezionatore Stefano Sacripanti nel 2007 e nel 2008 per i Fiba EuroBasket Under 20, conquistando la medaglia di bronzo nella sua prima esperienza azzurra. Aurora Jesi, Potenza, Barcellona Pozzo di Gotto, Basket Ferentino, Juve Caserta le canotte indossate in carriera prima del grande salto a Brindisi a Venezia. Nella passata stagione Giuri ha vestito nuovamente la maglia della Juve Caserta: 34% da 3 punti, 44% da 2 punti e 75% ai liberi. Nel suo “bagaglio” figurano il titolo di Campione d’Italia con la maglia della Reyer Venezia nella stagione 2018-2019 e quello di vincitore della Coppa Italia di Serie A2 con le casacche di Basket Brindisi (nel 2012) e Scaligera Verona (nel 2015). A Udine va a referto con 8.1 punti col 30% da 2 e il 31% da 3 e ben 3.9 assist.

#31 NAZZARENO ITALIANO, ala: classe 1991, 198 cm. Dopo le prime esperienze in Veneto con le maglie di Orfeo Padova, Patavium Petrarca e Pallacanestro Rovigo e i trascorsi toscani nell’Use Empoli e negli Angels Santarcangelo, nel 2013/14 veste la canotta della Pallacanestro Piacentina. Nel febbraio del 2015 lascia Piacenza per una chiamata di prestigio, quella della Fortitudo Bologna, allora in serie B. Con gli emiliani conquista subito la promozione in serie A2 e poi disputa le successive tre stagioni: 7.38 punti e 4 rimbalzi in 21.1’ di media durante la prima stagione; 7.55 punti e 3.38 rimbalzi in 17’ di media la seconda stagione e 6.19 punti e 2.3 rimbalzi in 15.4’ di media la scorsa stagione. Comincia la stagione 2018-2019 con la maglia di Scafati per poi concluderla con quella di Casale Monferrato (33% da 3 punti, 34% da 2 punti e 82% ai tiri liberi). Durante l’ultima stagione difende i colori di San Severo (33% da 3 punti, 33% da 2 e 35% ai liberi). Nelle 14 partite disputate ha segnato una media di 6.6 punti (48%2) e catturato 3.9 rimbalzi.

ULTIME NEWS

Comunicato Stampa: Rinvio Bcc Treviglio – Agribertocchi Orzinuovi
05/03/2021
BCC Treviglio – Withu Bergamo 81-71
04/03/2021
E’ on line il nuovo numero di Assist
03/03/2021

CLASSIFICA

Serie A2 - Girone A

PosTeamPTI
128
222
322
422
522
620
718
818
916
1016
1116
1216
1312
1410

PROSSIMA PARTITA

TREVIGLIO vs PIACENZA

11/03/2021
Serie A2 - Girone A