Focus avversario: Capo d’Orlando

Sarà Capo d’Orlando l’avversaria nel lunch match della Bcc. I siciliani nell’ultimo turno contro Casale hanno collezionato la quarta sconfitta consecutiva in una stagione caratterizzata dai tanti infortuni che hanno limitato le rotazioni di coach Sodini. Arrivato Elmore in sostituzione di Johnson, l’allenatore paladino ha dovuto reinventare l’assetto dell’Orlandina puntando soprattutto sull’innesto di Marco Laganà. Da valutare le condizioni di Bellan e Kinsey, ancora fermo ai box, oltre al lungodegente Matteo Laganà.

QUINTETTO

#18 Marco Laganà, Play. Classe 1993, esterno di 197cm, fratello di Matteo, aveva svolto il precampionato agli ordini di coach Marco Sodini ed è stato tesserato dopo l’infortunio del fratello. Laganà, con un passato in Serie A tra Biella e Cantù, lo scorso anno ha disputato un’ottima stagione in Serie A2 dividendosi tra Ravenna (11.5 punti di media in 21 partite) e Legnano, portata alla salvezza con 10.2 punti di media nei playout. Va a referto con quasi 19 punti di media realizzati (48%2), 5.8 rimbalzi e 4.18 assist ad uscita con una pregevole valutazione di 19.42.

#3 Jon Elmore, Play/Guardia. Arrivato da sole quattro partite in sostituzione di Johnson, proveniente dalla Pallacanestro Trieste (A1), ha firmato un contratto che lo legherà ai biancoazzurri fino al 30 giugno 2020. Elmore, classe 1996, è una combo guard di 191 cm al suo primo anno in Europa dopo una discreta carriera collegiale. Nei suoi quattro anni a Marshall University non è mai sceso sotto i 15 punti di media e nel suo anno da senior, nella stagione 2018/19, ha viaggiato a 20.2 punti, 5.1 rimbalzi e 5.1 assist ad allacciata di scarpe, tirando con il 39.3% dal campo ed il 36.3% da 3 punti. A Trieste ha giocato 17 partite realizzando 7.5 punti di media in 20.9 minuti. Per lui 16.3 punti (41% dalla media), 4.8 rimbalzi, 4.5 assist ed un migliorabile 19% dai 6.75. 

# 99 Jacopo Lucarelli,  Ala. Cresciuto nel florido vivaio del Don Bosco Livorno, è un esterno classe ‘96 di grande vigore atletico, che può essere impiegato anche nello spot #2 e 3. Dopo un anno ad Agropoli senza brillare, si è distinto in B a Firenze (12.2 punti, 5.5 rimbalzi con il 55% da2) tanto da spuntare la chiamata dell’Orlandina. Anche lui ha iniziato il precampionato ai box per un infortunio occorsogli la scorsa primavera. Le sue medie, finora: 6.3 punti, 2.7 rimbalzi ed un discreto 44% da due.

# 12 Yantchoue Joseph Mobio, Ala. Ala cresciuta a Brescia, è esplosa proprio a Capo d’Orlando dove sembra aver trovato la dimensione ideale per mettere a frutto le sue doti fisiche ed atletiche. Il suo rendimento nella scorsa stagione gli è valso il rinnovo biennale, nonostante le molte offerte provenienti dalla A2 (tra cui Montegranaro e Orzinuovi). Il classe ’98 nello scorso campionato ha ben figurato passando dai 3.7pt+2.7 rimb. In regoular season ai 5.7+4,4 nei playoff. I suoi numeri attuali: 8.7 punti (in quasi 30’ di utilizzo medio), 4 rimbalzi per volta, con 1.43 assist. 

# 73 Andrea Donda, Centro. Lungo di origine triestina, vent’anni per 210 cm, è stato reclutato 3 stagioni fa da Capo d’Orlando. Dopo un anno perso per infortunio, lo scorso anno ha dato il suo apporto alla causa, alternandosi tra prima squadra e Nuova Agatirno (C Silver).Capo d’Orlando conta di avere a disposizione la sua stazza fisica importante per riempire l’area pitturata e le sue mani educate per canestri pesanti. I suoi numeri attuali: 3 punti (in 17’ di utilizzo medio) e 4 rimbalzi per volta. 

PANCHINA

# 14 Lorenzo Querci, Guardia. Esterno classe 2001, 191 cm, nato a Prato, proviene dal settore giovanile di Pistoia, parcheggiato in A2 per fare esperienza e ritagliarsi un ruolo da protagonista, soprattutto nelle prime gare con l’assenza forzata di Kinsey. A Pistoia, oltre a vestire la maglia dell’Under18 di cui era capitano, ha collezionato 6 presenze in prima squadra, con un high di 4 punti contro la Scandone. Nella Next Gen Cup ha visto il titolo di MVP della prima fase, con 20 punti di media. Ha, inoltre, preso parte all’Eurolega giovanile, in prestito alla Stella Azzurra Roma (6.5 punti, 2.5 assist, 2.3 recuperi e il 35% da 3 punti in 21’ di gioco). I suoi numeri: 5.3 punti col 46% da 3, 1.8 rimbalzi e 1.8 assist a match.

# 22 Tarence Kinsey, Guardia. L’americano è sicuramente l’assenza più pesante. Atleta USA, classe 1984, è una guardia di 200 cm per 84 kg, di grande forza fisica ed atletica e con un curriculum di altissimo livello. Dopo una brillante carriera NCAA a South Carolina (due tornei NIT vinti con 15 punti di media a partita), sbarca a Memphis in NBA nel 2007 (48 gare, 7.7 punti di media), in Turchia con il Fenerbahce (vittoria in campionato nel 2008), poi Cleveland, (al fianco di Lebron James), e di nuovo il Fenerbahce (2 altri titoli nazionali) ed Efes Pilsen. Inizia poi a girare l’Europa, Pesaro (12.4 punti e 6.6 rimbalzi), Malaga e Partizan Belgrado (campionato vinto e 14.8 punti / 4.6 rimbalzi a partita in Eurolega). Vince il campionato anche in Israele nel 2016/17 con l’Hapoel Gerusalemme (10.4 punti con il 38% da 3), poi Spagna con il Lugo e il Dijon. Per un totale di sei campionati, 7 stagioni in Eurolega e i due titoli universitari in bacheca. Uno stiramento a un bicipite femorale l’ha tenuto ai box per alcune settimane. Nella stagione in corso va a referto con 14.4 punti (44%2 e 37%3), 4.8 rimbalzi e 2.6 assist ad uscita.

# 20 Alberto Triassi, Guardia. Orlandino doc, il 2002, si allena stabilmente con la prima squadra, scendendo in campo in due gare finora.

# 0 Ellis Quinn, Guardia. Giovane prospetto inglese classe 2003, 182 cm. Nell’ultimo Europeo B Under 16 in Montenegro ha chiuso con 11.9ppg, 5.1rpg e 2.9apg in 8 partite disputate.

# 33 Lorenzo Neri, Guardia/Ala. Giocatore cresciuto cestisticamente a Terranuova, l’ala classe 2001 si è trasferito in estate in Sicilia agli ordini di Sodini, in doppio tesseramento anche in serie C Silver nella Nuova Agatirno, squadra satellite dell’Orlandina. Va a referto con 1.5 punti, 1.1 rimbalzi ad uscita in poco più di 9’ di utilizzo.

# 21 Simone Bellan, Guardia/Ala. Prodotto del vivaio di Trento, il classe ‘’96 ha firmato con Capo d’Orlando un biennale nell’estate 2018, prolungato fino al 2021 dopo le prestazioni convincenti dell’atleta di Grado. Difensore arcigno, non disdegna fughe in contropiede per andare ad appoggiare a canestro. Lo scorso anno, è partito 24 volte in regoular season nel quintetto base, collezionando 6.5 punti e 3.5 rimbalzi, media incrementate nei playoff (7.5 punti, 3.5 rimbalzi e 2.1 assist con il 48% da 3 punti). Per lui in stagione 7.5 punti, 4 rimbalzi e 1.9 assist.

# 30 Ricards Klanskis, Ala. Giovanissimo prospetto lettone, Ala di 200 cm, classe 2003, è stato scoperto grazie alle prestazioni da protagonista con la maglia della sua Nazionale Under 16. Visti gli infortuni di inizio stagione, coach Sodini lo ha lanciato a soli 16 anni nella mischia. Con il BJSB Riga è stato finalista nazionale del campionato Under 15 con il medie strabilianti: 23.2 punti, 12 rimbalzi e 1.6 assist. È sceso in campo 3 volte e ha segnato 6 punti totali.

# 17 Uchenna Ani, Ala. Il parco giovani di Capo d’Orlando è arricchito dall’innesto del 19enne Ani, come Querci proveniente da Pistoia, ma ha iniziato a giocare a basket nel settore giovanile del Sancat Firenze. Lo scorso anno, in doppio tesseramento, ha disputato 25 gare nel campionato di CGold con la maglia del basket Montale, concludendo la stagione con 4.6 punti, 3,1 rimbalzi, il 52,8% da2 e il 54,3% da tre. Contemporaneamente ha militato nell’Under 18 dei biancorossi, segnando oltre 15 punti di media; nel torneo Next Gen è stato premiato come miglior rimbalzista del suo girone con 10 rimbalzi di media a partita. Con Capo ha firmato un contratto biennale, con opzione per il terzo. Per il resto 1.7 punti (col 87% da 2) e 1.3 rimbalzi a gara.

Akos Keller, centro di 208 cm e 105 kg, esordirà proprio a Treviglio. È l’attuale capitano della Nazionale Ungherese, con cui ha disputato le fasi finali di Eurobasket 2017, dove i magiari sono stati eliminati agli ottavi dalla Serbia. In 40 partite giocate con la Nazionale maggiore finora Keller ha una media di 5,8 punti e 5 rimbalzi a gara.  Classe 1989, proviene dal K.K. Zadar, massimo campionato croato (6 punti e 4 rimbalzi in 25 partite totali disputate). La sua carriera lo vede vestire la canotta di Alba Fehéràr e Szolnoki Olaj, squadre ungheresi con cui ha vinto 5 campionati consecutivi da il 2012 e il 2017 e 4 Coppe d’Ungheria. Nella stagione 2018/19 gioca in Francia al Pau Orthez, massima divisione Francese al fianco di AJ (6.1 punti, 4.1 rimbalzi con il 58% da 2 in 18’ di media).

ULTIME NEWS

Immensa Bcc, sbancata Tortona.
16/02/2020
Focus Avversari: Bertram Tortona
15/02/2020
PREGARA BERTRAM TORTONA – BCC TREVIGLIO
14/02/2020

CLASSIFICA

SERIE A2 OVEST OLD WILD WEST

PosSquadraPTI
134
232
330
428
528
628
726
826
924
1022
1120
1214
1314
1410

PROSSIMA PARTITA

EUROBASKET ROMA vs BLU BASKET 1971 TREVIGLIO

27/02/2020
Serie A2 Ovest