Focus avversario: Benacquista Latina

Quattro vittorie e tre sconfitte, è questo lo score della Benacaquista Latina in avvio di stagione. I pontini allenati da Franco Gramenzi, seppur reduci dalla sconfitta subita ad Agrigento, sono una delle compagini più in forma di questa prima parte di stagione, grazie soprattutto ai successi ottenuti tra le mura amiche del “PalaBianchini”. Il roster, ampiamente rinnovato rispetto al passato campionato, è il giusto mix tra giocatori d’esperienza come Musso, Raucci, Pepper e Ancellotti e giovani che però già hanno campionati importanti alle spalle come Cassese e Romeo. A pochi giorni dall’inizio della stagione è arrivato l’americano McGaughey, il quale ha avuto subito un ottimo impatto con la A2.

QUINTETTO

# 7 Alessandro Cassese, Play. Nato nel 1997 a Urbino, muove i primi passi cestistici a soli 5 anni nella squadra locale. A 14 anni va a giocare a Fermignano dove disputa tutte le giovanili, esordendo in C e facendosi le ossa in 4 stagioni da senior (15.4 e 17.4 punti a partita nelle ultime due stagioni). Nel 2016 passa alla VL Pesaro, dove gioca nell’U20 (raggiungendo la semifinale nelle Finali nazionali con 11 punti di media), con qualche minuto anche in Serie A. Nella stagione 2017/2018 è in quintetto in B nel Civitanova Marche dove, nel gennaio 2018 vince il premio come miglior Under 21 (10.7 punti col 60%2). Dallo scorso campionato veste la maglia della Benacquista. I suoi numeri: 5.1 punti, col 66% da 2.

# 5 Bernardo Musso, Guardia/Ala. Italo – argentino,in Italia da più di un decennio. Nato a Pergamino (Argentina) nel 1986, è arrivato in Italia all’età di 17 anni, partendo dalla C con il Licata e l’Alghero (dove vince il campionato). A Fossombrone vince la B2 vola poi in A ad Udine (9 minuti di media, 3.1 punti per gara). Nel 2009/10 si trasferisce in Serie A2 a Brescia (15.7 punti di media tirando con il 50% al tiro da 2 e 3), Perugia, Napoli e Forlì le canotte indossate successivamente. Nel 2013 firma in Serie A con la VL Pesaro dove, per due stagioni, sfiora sempre la doppia cifra (8.9 punti a gara con il 52% da due e il 35% da tre e 9.9 punti di media con il 50% da due e il 32% da tre). Torna poi in Argentina vincendo il titolo Nazionale con il San Lorenzo (13 punti nei Playoff). Rientra in Italia a Ferentino (14 pt. 46% da tre e 3.1 assist), Treviso (10.2 punti col 54%2 e 37%3 e 2.6 assist), Junior Casale (12.6 punti, 3,8 rimbalzi e 3.3 assist di media). Per il resto 12 punti, 60% da 2, 2.6 falli subiti, 4,4 rimbalzi e 3,4 assist per partita.

# 10 Dalton Pepper, Guardia/Ala. L’americano è giunto a Latina in coppia con Musso dalla Junior. Giocatore che abbina tecnica e forza fisica, ottimo tiratore d’area e discreto rimbalzista difensivo, sta per essere naturalizzato grazie al matrimonio con una ragazza di Terni. Nato nel 1990 a Lewitton, nello Stato di New York, nella Temple University, al suo 1° anno da senior, conclude la stagione con 17.5 punti e 5.13 rimbalzi di media. Giunge in Europa nel 2014, al Dabrowa Gornicza, in Polonia, finendo con una media di 12.4 punti, tirando con il 32%3 e catturando 3.2 rimbalzi. Giunge cosi la prima chiamata italiana a Rieti, in A2, dove rimane 2 anni (16,3 punti di media). Pepper firma nel 2017 all’Akademik Sofia (massima serie bulgara e FIBA Europe Cup) e, successivamente al Keravnos Nicosia (12.7 punti e 2.8 assist di media). Nel 2018/19 inizia a Cassino (in A2), per passare alla Junior nel febbraio 2019 (19.4 punti, 7.7 rimbalzi e 3.9 assist di media). La stagione in corso lo vede protagonista, iscrivendo a referto 13 punti (54% da due), 6.2 rimbalzi e 2.3 falli subiti ad allacciata di scarpe.

# 42 Evan McGaughey, Ala forte. #4 tattico, è giunto a stagione iniziata dopo il taglio di Quincy Taylor. Buoni fondamentali, dinamico nel gioco senza palla, si sta misurando con il gioco italiano per la prima volta.

Classe 1994 per 203 cm di altezza e 100 kg di peso, ha iniziato a giocare a basket nella Illini West High School di Cartagine, nell’Illinois. Con l’Università di Quincy ha giocato 117 partite nella seconda divisione della NCAA: con 1574 punti realizzati si è issato al 4° posto nella classifica generale dei realizzatori della sua università, con una media punti sempre in doppia cifra. Nel giugno 2017 ha firmato il primo contratto da professionista in Germania, nell’USC Heidelberg (11,8 punti e 6,6 rimbalzi), per poi andare in . Repubblica Ceca, al BK Pardubice, finendo la stagione con 7,8 punti, 4,1 rimbalzi e 1,2 assist di media a partita. Le sue medie, finora: 11.7 punti, 6.3 rimbalzi ed un ottimo 36% da 3.

#45 Andrea Ancellotti, Centro. Il lungo, scuola Reggio Emilia, torna in A2 dopo due stagioni nella massima serie, a Pesaro. Presenza importante nell’area piccola, distribuisce stoppate e cattura rimbalzi con una facilità disarmante, grazie anche ai 212 cm ed è il terminale offensivo principale sotto canestro. Nato nell’88 a Correggio, inizia a calcare i parquet a Novellara fino al 2003, anno in cui si trasferisce alla Pallacanestro Reggiana. Con i biancorossi vince lo scudetto Under 21 ed esordisce in serie A. Nel 2010 inizia il suo tour per l’Italia: si trasferisce alla Serapide Pozzuoli, per poi spostarsi in corsa a Patti. Milita nel 2011 a Santarcangelo di Romagna, nel 2012 e 2013 nel Basket Nord Barese di Corato (promozione in Lega Silver e salvezza). La consacrazione arriva nel 2014/15 a Chieti in A2 Silver con uno score di 12.5 punti di media in 30 minuti di utilizzo, tirando con il 61% da due e il 32% da tre, catturando 8.9 rimbalzi e mettendo a segno quasi 2 stoppate a gara. Pillastrini lo porta a Treviso dove, nelle due stagioni, viaggia a circa 8 punti e 8 rimbalzi di media. Nel 2017/18 arriva la chiamata in A1 a Pesaro, ricoprendo anche il ruolo di capitano. Finora ha giocato 7 gare con 11.4 punti/media, 53% da sotto, 6.1 rimbalzi, in oltre 27’ di parquet).

LA PANCHINA

# 9 Gabriele Romeo, Play. Dinamico registra romano classe ‘97, settore giovanile Stella Azzurra , con la squadra della capitale ha raggiunto le Finali Nazionali U15 a Desio nel 2012; DNG a Udine nel 2014 e a Torino nel 2015, e la maglia della rappresentativa U17,18,19 e 20. A soli 16 anni è aggregato stabilmente alla prima squadra dell’Eurobasket Roma (DNB). Nei due anni successivi all’EBK realizza più di 6 punti partita con oltre il 50% da 2. Nel 2014/15 ha esordito in A1 con la Acea Roma, segnando 5 punti contro Pesaro. Passa poi ad Agropoli, in A2, dove resta due stagioni (4,2 e 5,1 punti/gara), così come due sono le stagioni a Scafati (4,5 e 6,4 punti a gara). A Latina divide i minuti in cabina di regia con Cassese. Romeo è un playmaker che ama infilarsi nelle difese avversarie, non disdegna il tiro da fuori ed è una sicurezza ai liberi. Va a referto con 6 punti, 1.3 rimbalzi e 1.1 assist ad uscita.

# 13 Riccardo Bolpin, Guardia/Ala. Altro classe ’97, il veneto ha trascorso tutte le giovanili nella Reyer, essendo aggregato anche alla prima squadra nel 2014/15 dove ha esordito nei professionisti contro la Virtus Bologna, segnando anche una tripla. Firma poi ad Agropoli (A2) dove si mette in mostra coi suoi 93 punti segnati (high score di 19 vs Barcellona). Sempre in A2, passa a Recanati (4,4 punti e 2.3 rimbalzi). Arriva nel 2017 la chiamate della Reyer in A1: con gli amaranto-oro gioca 12 partite con 1,8 punti di media. Lo scorso anno, sempre in Serie A, firma a Pistoia dove scende in campo 28 volte con 4,8 punti, 1,8 rimbalzi, il 40% sia da 2 sia da 3. L’esterno, dopo aver iniziato la preparazione con l’Aquila Basket Trento, è arrivato alla Benacquista Assicurazioni Latina Basket, in prestito dalla Reyer Venezia, per coprire ben tre ruoli. Per lui 8.9 punti (57% dalla media e il 54% da 3), 3.1 rimbalzi

# 20 Davide Raucci, Ala. Terza maglia laziale consecutiva per l’ala napoletana classe ’90 di 198 cm, dopo Virtus Roma e Cassino. Prodotto delle giovanili di Biella, è un giocatore che coniuga energia e sostanza, dinamicità e forza. Dopo le giovanili in Piemonte, si trasferisce al CUS Torino, dove resta 3 stagioni, conquistando la promozione dalla Serie C Regionale alla DNB. Nel 2014/15 firma con la Fortitudo Bologna con cui vince il campionato, passando in Serie A2. Alla F diventa il miglior difensore della squadra, curando di volta in volta, il marcatore più pericoloso degli avversari. Nell’estate 2017 arriva l’opportunità di vestire la casacca di Cantù, in A1. Dopo 9 mesi e pochi minuti giocati, firma a marzo in Serie A2 alla Virtus Roma, guadagnando la salvezza. Lo scorso anno è stato protagonista a Cassino (11.9 punti e 5.6 rimbalzi a partita in regular season). I suoi numeri attuali: 10 punti (in quasi 23’ di utilizzo medio), uno stratosferico 71% da due e 5 rimbalzi per volta.

# 8 Marco Di Pizzo, Ala/Centro. Il cambio di Ancellotti è Di Pizzo, alla sua prima esperienza in A2. Under classe ’98, 205 cm, è un lungo dinamico, buon rimbalzista con mano educata. Nato a Bagno a Ripoli (FI), cresce nelle giovanili di Pistoia, dove vince il titolo di Campione d’Italia Under 17 nel 2015. Ha esordito in A1 con i biancorossi nel novembre 2015, giocando poi 21 gare, in doppio tesseramento con la Fiorentina Basket (serie B). Ad Omegna, dal gennaio 2017, sfiora la promozione in A2 e vince la Coppa Italia di categoria, segnando quasi 4 punti segnati e 1.8 rimbalzi di media a partita. I suoi numeri: 2.3 punti, 1.7 rimbalzi.

ULTIME NEWS

24″: BCC Treviglio – Roma 75-71
09/12/2019
A fil di sirena, vince la BCC
08/12/2019
Focus Avversari: Eurobasket Roma
07/12/2019

CLASSIFICA

SERIE A2 OVEST OLD WILD WEST

PosSquadraPTI
118
216
316
416
514
614
714
812
912
1010
1110
126
136
144

PROSSIMA PARTITA

BERGAMO BASKET 2014 vs BLU BASKET 1971 TREVIGLIO

15/12/2019
Serie A2 Ovest