Focus Avversari: MRinnovabili Agrigento

Anno zero per la MRinnovabili Agrigento. La Fortitudo, concluso il ciclo di otto anni sotto la guida di coach Ciani, ha affidato la conduzione tecnica al quarantatreenne Devis Cagnardi (l’anno scorso sulla panchina di Reggio Emilia, in Serie A), alla sua prima esperienza in A2. Il presidente Moncada ha costruito un roster nel quale spiccano le conferme di Pepe, Ambrosin, ai quali si aggiungono il ritorno di capitan Chiarastella, del centro Rotondo e del playmaker Giovanni De Nicolao, tornato in patria dopo l’esperienza negli States. La coppia di americani è formata dall’esperto Tony Easley (ex Treviglio) ed il talentuoso esterno Christian James, guardia che ha già evidenziato qualità interessanti. Nonostante i tanti cambiamenti Agrigento ha iniziato la stagione con importanti successi che le hanno dato un ruolo da assoluta protagonista. Ritmo ed intensità sono le caratteristiche dei siciliani che fino ad ora hanno ottenuto 7 vittorie e 3 sconfitte.

QUINTETTO

# 10  Giovanni De Nicolao, Play. Regista classe ’96, proveniente da una vera e propria dinastia di cestisti, ha trascorso le ultime tre stagioni in NCAA, nell’University of Texas at San Antonio dove ha segnato una media di 7.7 punti, catturato 4.5 rimbalzi e servito 3.6 assist di media. De Nicolao nella sua ultima stagione nei Roadrunner ha collezionato record su record: è uno dei 5 giocatori nella storia del club ad avere segnato almeno 700 punti, con 300 assist e 150 palle rubate in 33 minuti a partita. In Italia, ha esordito nel 2012 nella Pallacanestro Vicenza, per poi passare alla Felmac Limena e alla Junior Casale. In questa stagione 9 punti, col 50%2, 3.6 rimbalzi, 4 Assist.

# 14 Lorenzo Ambrosin, Guardia. Classe ’97,alla terza stagione di fila alla Fortitudo Agrigento. Ambrosin, 190 cm di altezza, proviene dal Basket club Jesolo, serie C Gold, dove fu notato grazie anche ai suoi 14.4 punti/media, buone doti di rimbalzista e difensore arcigno. Cresciuto nel settore giovanile dell’Umana Reyer Venezia, fu uno degli artefici dello scudetto Under 15 nella stagione 2011/12. Nel 2014 diventa vicecampione italiano nella categoria U17 e nel 2016 arriva ancora ad un passo dal titolo, questa stavolta con l’under 20. Sempre con la squadra U20 gioca nel 2015 l’Adidas Next Generation Tournament, il torneo giovanile organizzato dall’Eurolega. In questo campionato è cresciuto tantissimo dal punto di vista realizzativo con 11.4 punti/media (39%2 e 32%3), 2.3 rimbalzi e 1.5 assist.

# 23 Christian James, Guardia/Ala. Il 23enne statunitense, nato a Houston, proviene dall’università di Oklahoma; è alto 193 centimetri, ed è una guardia tiratrice di grande fisicità. Coi Sooners di Oklahoma, James ha giocato con Trae Young, attuale “stella” degli Atlanta Hawks, formando una coppia di esterni di grande efficacia offensiva: Young ha poi fatto il grande balzo verso la NBA (5^ scelta assoluta al draft 2018), mentre James ha continuato e completato il suo percorso di studi universitari. Attaccante completo, ottimo rimbalzista e buon difensore, ha chiuso l’anno da senior con 14.6 punti di media (34% dall’arco), 6.2 rimbalzi e 2 assist.  La stagione in corso lo vede protagonista, iscrivendo a referto 20.6 punti (59% da due e il 43%3), 4.8 rimbalzi e 3.8 falli subiti ad allacciata di scarpe.

# 12 Albano Chiarastella, Ala. Torna ad Agrigento dopo avere trascorso le ultime due stagioni, da protagonista, a Biella. Chiarastella, classe ’85, ritorna ad Agrigento dove aveva già disputato sei stagioni. Italo – argentino, originario di Bahia Bianca, il 33enne ha verve da lottatore, abile in situazioni di post-basso, il #4 è in grado di garantire solidità e concretezza su entrambi i lati del campo. In Italia dal 2005, Chiarastella ha giocato a Salerno, Bernalda, Potenza, Massafra e Agrigento. Con la casacca dei siciliani ha conquistato anche la promozione in A2 agli ordini di coach Franco Ciani. Per lui 7.3 punti (56% dalla media e il 38%3), 5.7 rimbalzi e 3 assist.

# 43 Tony Easley, Centro. Tony Easley, classe ’87, centro di 206 cm per 95 kg, è una “vecchia conoscenza” dei parquet italiani. Il 32enne, originario di Alabama, ha disputato la carriera universitaria a Murray State, dove, da senior ha collezionato 122 presenze in fila in NCAA, iscrivendo a referto 7.6 punti e 5 rimbalzi di media a partita. Nel 2010/11 la prima stagione da professionista al Polonia Varsavia (12.2 punti e 7.7 rimbalzi di media), prima di accasarsi, nell’estate 2011, a Forlì. Con la maglia dei romagnoli disputa 12 partite, poi le sue ottime medie attirano l’interesse della Dinamo Sassari che lo ingaggia nel mese di dicembre. Resta in Sardegna un anno e mezzo, collezionando 62 presenze a 11.3 punti e 6.1 rimbalzi di media a partita. Poi Venezia, Caserta, Ironi Ziona (Israele), Pistoia, Denizli, Kataja, Ebk, Tubingem, Treviglio ed infine Clui Napoca, in Romania. Finora in stagione 11.4 punti col 61%2, 7.6 rimbalzi, 2.3 Assist.

PANCHINA

# 8 Giuseppe Cuffaro, Play. Cresciuto nelle giovanili della Fortitudo Agrigento, Cuffaro è il volto dell’agrigentinità nel progetto biancazzurro. Dall’under 13 fino alla prima squadra, una maglia che negli anni è diventata uno stile di vita. Cuffaro, playmaker classe ’98, 181 cm, si è infortunato in precampionato, procurandosi la frattura dello scafoide ed il conseguente stop di circa 2 mesi.

# 40 Simone Pepe, Guardia. Simone Pepe, è una guardia, classe ’93, 184 cm che nel 2018 i siciliani presero dall’Amatori Pescara, squadra di serie B, dove ha militato per ben 10 anni. Simone inizia a sei anni a giocare a basket nella sua città natale, per passare poi all’Amatori Pescara. Dopo aver dominato i campionati giovanili regionali, guadagnandosi convocazioni anche in selezioni U14 e U15, arriva l’esordio a 16 anni in DNC, dove fu più volte protagonista. In prima squadra dal 2009, dal 2011 disputa il campionato di serie B, sempre con la maglia dell’Amatori. Nelle stagioni 2015/2016 e 2016/2017 ha chiuso con 21 punti e oltre 4 rimbalzi di media a partita. Nei playoff 2017 Simone mette a segno 17 punti di media. Nel 2018 il salto di categoria: con Agrigento affronta il suo primo campionato di A2, dimostrandosi subito all’altezza: 11.7 punti di media, con il 53% da 2pt e il 34% da 3pt. In questa stagione 11.3 punti, 3.1 rimbalzi, 3 Assist.

# 11 Edoardo Fontana, Guardia/Ala. Giovane e ambizioso, la guardia/ala classe ’98, brindisino di 193 cm, è stato eletto 2 anni fa migliore giovane del campionato di serie B Old Wild West nel Basket Golfo Piombino. Il giocatore è stato il migliore realizzatore della sua squadra, con 403 punti all’attivo (50.2% 2p, 31.8% 3p, 73.6% tl). Dopo i primi anni di giovanili in Puglia, Edoardo si trasferisce a 16 anni a Casalpusterlengo e inizia il suo tour: PMS Moncalieri (con la quale fa anche il suo debutto in serie B), e Pistoia; per lui anche molte convocazioni nelle nazionali giovanili. Nel suo ultimo anno in toscana, oltre ai campionati giovanili, disputa, in doppio tesseramento, il campionato di B con la Valentina’s Bottegone. Al suo primo campionato fra i senior gioca 27 partite in regular season (più 2 ai playoff) circa 22 minuti di media, segnando 7,2 punti col 48% da due, il 20% da tre ed il 78% ai liberi, prende 3,1 rimbalzi e distribuisce 1,4 assist; 6.3 la sua valutazione. Lo scorso anno, ad Agrigento, ha segnato 3.81 punti in quasi 16 minuti di utilizzo. In questo campionato segna 3 punti di media in 8 minuti circa di utilizzo.

# 33 Samuele Moretti, Ala/Centro. Il 21enne lungo ha disputato la stagione 2018/19 a Montecatini dove è stato il miglior rimbalzista di tutti e quattro i gironi della B. Classe ’98, 197 cm, ha esordito in A2 con Jesi nel 2015/16, per poi passare a Lugo (serie B) ed infine a Montecatini (in 30 giornate ha segnato 12 ppg, ha catturato 11.5 rimbalzi, e tirato con il 54% da 2) . Finora in stagione 2.8 punti e 2.1 rimbalzi.

# 4 Paolo Rotondo, Centro. Lungo classe ’89, è al suo terzo ritorno ad Agrigento. Siracusano doc, 204 centimetri, ha trascorso le ultime due stagioni prima a Chieti e poi nel Basket Crema, in serie B. Centimetri, esperienza e leadership innata è un giocatore esperto e giramondo: dopo due anni a Biella (A1), fa il suo esordio in Serie A Dilettanti con Jesolosandona Basket (2008/09) prima di passare alla Moncada Agrigento (2009/10), dove segna con % interessanti: ben il 58% da due, più 4 rimbalzi e 1.6 stoppate a partita. Firma così per Latina (A Dil) poi alla BPMed Napoli, dove fa registrare, tra regular season e playoff, una delle sue migliori stagioni nel pitturato con 6 ppg e 4 rimbalzi ad allacciata di scarpe in 16 minuti d’impiego nella media. Nel 2011/13 Rotondo scende in DNB a Francavilla, dominando senza mezzi termini (16.3 ppg e 9.9 rimbalzi). Poi Tortona (16 e 9.3 punti di media nelle due stagioni condite da 8.6 e 4.9 rimbalzi), va a Forlì dove vince il campionato di B e disputa l’anno successivo quello di A2. Torna poi ad Agrigento (anno sfortunato per una serie di infortuni), poi Chieti e Crema. Finora in stagione 4.4 punti col 58%2, 1.4 rimbalzi, 0.4 Assist.

ULTIME NEWS

24″: BCC Treviglio – Roma 75-71
09/12/2019
A fil di sirena, vince la BCC
08/12/2019
Focus Avversari: Eurobasket Roma
07/12/2019

CLASSIFICA

SERIE A2 OVEST OLD WILD WEST

PosSquadraPTI
118
216
316
416
514
614
714
812
912
1010
1110
126
136
144

PROSSIMA PARTITA

BERGAMO BASKET 2014 vs BLU BASKET 1971 TREVIGLIO

15/12/2019
Serie A2 Ovest